Cambiamento di forma giuridica della STA: nasce la FTA, la Federazione Ticinese Apicoltori

Il comitato cantonale della STA ha deciso di procedere con il cambiamento della forma giuridica da società cooperativa a associazione, forma meno onerosa e più coerente con i compiti odierni della STA.

La Società Cooperativa Ticinese di Apicoltura (STA) è una società iscritta al Registro di Commercio (RC) dal 12 ottobre 1960. L'iscrizione a RC implica, fra le altre cose, che per qualsiasi mutazione di statuto, persone e ruoli in direttiva, venga inoltrata al RC un'istanza di mutazione, ciò che genera oneri amministrativi non indifferenti e senza un vero valore aggiunto per una società come la nostra.
Già da tempo il comitato direttivo e il comitato cantonale della Società Ticinese di Apicoltura avevano esplorato la possibilità di trasformare la forma giuridica della STA da società cooperativa ad associazione, quest’ultima più aderente ai compiti attuali della Società Ticinese di Apicoltura. Infatti, al giorno d’oggi, l’ente si occupa più di divulgazione, di formazione, di sostegno e di promozione, mentre tutti gli aspetti commerciali, legati per esempio alla vendita del miele e alle quote sociali, sono stati progressivamente abbandonati nel corso della storia ultracentenaria. Tuttavia, per una ragione o per un’altra questa trasformazione è sempre stata procrastinata.
Lo stimolo per procedere nel cambiamento di forma giuridica è finalmente maturato dopo un'attenta analisi interna degli statuti, coadiuvata dal legale della società. L’ esame ha evidenziato diversi punti non più conformi alle leggi e giurisprudenza attuali, per cui si sarebbe resa necessaria una rielaborazione integrale degli stessi, piuttosto onerosa, anche dal punto di vista finanziario.
Alla luce di queste considerazioni, il Comitato Cantonale ha deciso di non più investire risorse per rimettere in sesto, dal punto di vista formale, la società cooperativa, bensì di procedere con la costituzione di una nuova associazione che accolga tutte le attività e gli obblighi dell'attuale STA, così come l'avanzo attivo dalla liquidazione della cooperativa. Il tutto mantenendo invariato lo scopo dell'associazione come pure le interazioni e le competenze fra associazione mantello, a livello nazionale e regionale, e le sezioni.
L'unico scopo fissato con quest'operazione è quello di posizionare la STA, con tutte le sue sezioni, scegliendo una forma giuridica più coerente con i suoi compiti odierni.
Nella sua seduta ordinaria del 21 ottobre 2019, il Comitato Cantonale STA ha rilasciato una versione degli statuti per la nuova associazione che nella sostanza sono stati ripresi da quelli attuali della STA, aggiornandoli per un'associazione, secondo le disposizioni in vigore, da adottare e approvare nella sua assemblea costitutiva.
Il 7 dicembre, a partire dalle nove, presso il Centro Civico di Arbedo si è tenuta l’assemblea costitutiva della Federazione Ticinese Apicoltori alla presenza di una cinquantina di persone, in pratica i delegati delle Sezioni della STA e qualche interessato all’avvenimento. Il compito era principalmente quello di adottare gli statuti della nuova associazione, preludio necessario alla sua fondazione. Non (!) è stata una lettera alla posta, come si direbbe in queste occasioni. Il dibattito è stato animato, appassionato - a confermare l’importanza che riveste questo ente per gli apicoltori della Svizzera italiana- e improntato alla discussione e alla scelta democratica. Ai presenti non è bastato il semplice adattamento degli statuti della STA, ereditati da una storia lunga oltre un secolo. È stato necessario, per raggiungere un consenso, dotarsi di una Magna Charta più aperta e rispettosa delle realtà sezionali. Dopo praticamente 3 ore di dibattito, articolo per articolo, si è raggiunto l’obiettivo di un documento statutario votato all’unanimità. Insomma, si è trattato di un bell’esercizio di democrazia che ha tenuto a battesimo la FTA, la Federazione Ticinese Apicoltori.
Immediatamente dopo l'assemblea costitutiva, è seguita l'Assemblea straordinaria dei Delegati STA con quale unico punto all’ordine del giorno lo scioglimento della STA. Accolto all’unanimità dai votanti. Nei presenti non si è notato nessun segno di tristezza, se non qualche riserva sul fatto di dover abbandonare il tanto amato nome “STA”.
È inevitabile che qualsiasi cambiamento porti con sé un certo disorientamento, non fosse per il cambiamento di nome, appunto, ma è meglio essere padroni del proprio cambiamento piuttosto che dover subirlo. Tutta l’operazione è stata intrapresa per aggiornare la forma giuridica della nostra associazione (sì adesso si può dire!). L’azione pratica quotidiana della FTA si iscrive nella perfetta continuità della sua storia (con il nome di STA), e dei suoi rapporti con i partner istituzionali (apisuisse, apiservice, associazioni consorelle, Cantone, Confederazione e Centro svizzero di ricerche apistiche) nonché con le sue sezioni e con i suoi soci.
Ora non resta che attendere gli inevitabili passaggi formali (pubblicazione della messa in liquidazione, passaggio degli attivi di liquidazione dalla STA alla FTA e cancellazione della STA dal Registro di Commercio), prima dell’operatività a pieno titolo della Federazione Ticinese Apicoltori. 

Le modifiche da STA a FTA nel sito saranno fatte nel corso dell'anno in base alla disponibilità e priorità. 

Michele Mozzetti
Segretario-Cassiere STA / FTA
Davide Conconi
Presidente STA / FTA